Festival

 

Il SOUQ Film Festival è un concorso cinematografico internazionale di cortometraggi, a cui si affianca la proposta di lungometraggi fuori concorso, promosso dal 2012 dal Centro Studi SOUQ della Casa della Carità di Milano.

Obiettivo del festival è diffondere, attraverso l’immediatezza del linguaggio cinematografico, i valori dell’inclusione e della coesione sociale, il riconoscimento della diversità come elemento di ricchezza e la promozione dei diritti di cittadinanza, che spesso non trovano spazio in altri contesti culturali, attraverso la selezione di opere cinematografiche originali e di alto livello.

Dopo le edizioni ospitate dal chiostro “Nina Vinchi” del Piccolo Teatro Grassi e dal Centro Culturale San Fedele, dal 2019 il Festival si svolge all’Anteo Palazzo del Cinema, sempre a Milano.

Alcuni dei film presentati al SOUQ Film Festival hanno vinto premi nei più prestigiosi festival internazionali, come il festival di Cannes, la Berlinale, il Sundance Film Festival. Alcuni sono stati anche candidati ai premi Oscar.

LOGO-SOUQ-2018 senza numero

Il Centro Studi SOUQ opera all’interno della Casa della Carità dal 2010 e nasce per approfondire, attraverso attività di ricerca, i temi che la Fondazione affronta con il suo lavoro sociale quotidiano: salute, migrazione, diritti, povertà, ambiente, welfare.
Su questi argomenti, il SOUQ opera in modo trasversale, per unire azione e riflessione, mescola saperi diversi, immagina soluzioni possibili da proporre ai decisori pubblici.

Centrale per loperato del Centro Studi oggi è il concetto di “ecologia integrale”, tema affrontato da Papa Francesco nell’enciclicaLaudato si’”. Lidea alla base di questo concetto è che giustizia sociale e giustizia ambientale sono strettamente connesse e possono essere promosse solo attraverso solidarietà, responsabilità, cura per sé stessi, per gli altri e per il pianeta.

Scopri di più

souq

La Casa della Carità è una fondazione che ha sede a Milano,
dove promuove accoglienza e cultura, insieme.

Con le attività sociali dellAccoglienza, la Casa si prende cura di bambini, anziani, famiglie, migranti e rifugiati, persone senza dimora, persone con problemi di salute mentale o con disabilità;
donne e uomini di ogni età, paese e religione.
Sono “gli ultimi degli ultimi”, per usare le parole del cardinale Carlo Maria Martini, che ha voluto la Fondazione nel 2002.

Dalla relazione quotidiana con queste persone, nascono le attività dellAccademia della Carità: iniziative culturali dedicate a tutta la cittadinanza, per accrescere la coesione sociale e attività pensate con e rivolte agli ospiti di questa grande casa.

A volere questo doppio impegno, accogliere e promuovere cultura, è stato proprio il cardinal Martini,
che ha scelto don Virginio Colmegna come presidente della Casa della Carità,
fin dalla nascita della Fondazione.

www.casadellacarita.org

cdc_logo_transparent